× Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookies
 
La Sindrome e il Disagio:

Come già accennato la SICVO punta moltissimo ad evidenziare le problematiche psicologiche, nonché i fortissimi disagi sociali, causati dalla Sindrome del Vomito Ciclico.

Quest’ultima infatti, interagisce più di quanto non si creda sulla crescita dell’individuo, testandone a seguito dei numerosi violenti e ripetuti traumi, la resistenza.

Soltanto vivendo costantemente con chi è colpito da questa devastante malattia, ci si può rendere conto di come sia grande il valore di un sorriso.

Quanto detto però, non riguarda certamente solo la sfera emozionale ma aspetti pratici come il rapporto con la scuola o con il mondo del lavoro.

La Sindrome infatti crea una enorme discontinuità, che al di là dei “diritti”( ancora lontani ), non permette all’individuo la completa integrazione nella società.

L’impegno della SICVO nel combattere senza tregua e duramente la componente peggiore della Sindrome del Vomito Ciclico (l’indifferenza), vuole dunque sensibilizzare la comunità medica a muoversi con grande umiltà e sensibilità, oggi doti difficili da trovare in tale ambiente .

E’ dovuta una parola di conforto a chi soffre.

A chi sa che la ricerca medica pur con concreti sforzi ed impegno, per il momento non può molto per combattere questo problema.

A chi è da anni che da solo cerca una strada senza trovarla.

A chi è da anni che vede alcuni, che pur essendo più fortunati, ricevono molto dallo Stato diritti e sostegno immediato( es. legge 104 o esenzione ai farmaci ).

A chi è chiamato a tracciare una via per informare , perché nessuno sa niente o non gli interessa, ripetendo una storia che gli scava l’anima.

E non meno importante, a chi è stato dato di veder devastare la persona che più si possa amare, un figlio.

La SICVO, sa di potersi permettere di parlare di disagio nei confronti di chi pensa di sapere cos’è, per giustizia e onore di chi invece sa cos’è, ma allo stesso tempo essa è nata da un grande dolore che ha deciso di trasformare in gioia.

 

 

 

Sito internet realizzato da: WEB DIVISION | Informativa sui cookies